Noleggiare un’auto sembra un di quelle cose talmente semplici che spesso e volentieri si tende a sottovalutare certi aspetti in realtà fondamentali. 

A seguito dei miei ormai numerosi on the road con macchina a noleggio, mi sono detto: “è ora di scrivere un articolo su come noleggiare un auto”. In passato avrei avuto molto bisogno di una guida come questa. Spero dunque di potervi essere d’aiuto.

Cosa serve per noleggiare una macchina?

Partiamo dunque con i fattori imprescindibili per affittare un auto.

  • Carta di credito NON prepagata ed intestata a colui che prenota il noleggio: ormai è diventata tassativa, penso non sia più possibile noleggiare una macchina senza carta. Molti anni fa era possibile, ci riuscii in Scozia, non so ancora come ma una compagnia di noleggio locale mi permise di affittare una bella Peugeout.
  • Età minima: 21 anni.
  • Patente in corso di validità: mi sembra ovvio ma è giusto specificarlo. A questo aggiungo che per noleggiare un’auto all’estero potrebbe servire la patente internazionale.
  • Ampio platfond residuro sulla carta di credito: vi servirà per la cauzione al momento di prendere in consegna la macchina.

A cosa fare attenzione prima di noleggiare un’auto?

Per quanto riguarda l’Italia le uniche cose a cui dovete fare attenzione sono quelle che vi ho menzionato nel punto precedente.

Per un viaggio all’estero è meglio considerare un altro paio di cosette…

In primo luogo, verificare che si possa usare la patente italiana, in caso contrario ho scritto un post molto utile su come fare e dove serve la patente internazionale.  

In secondo luogo informatevi sul tipo di guida (destra o sinistra) e su quali siano le norme del codice della strada. Guidare in Gran Bretagna comporta difficoltà come il cambio sulla mano sinistra, potreste dunque eventualmente optare per il cambio automatico. Per quanto riguarda le norme del codice vi faccio un esempio…in Messico per qualsiasi evento si verifichi sulla carreggiata (lavori in corso, strada limitata ad una corsia, improvvisi rallentamenti, centro abitato), tutti accendono le 4 frecce lampeggianti. In un primo momento sono rimasto colpito dalla cosa, solitamente in Italia le 4 frecce vengono usate in momenti di rallentamento improvviso come segnalazione, oppure semplicemente quando si è fermi a bordo strada. Quindi il mio consiglio è di informarvi il più possibile su quali siano le caratteristiche principali del codice della strada del Paese in cui andrete. 

Quanto costa noleggiare un’auto?

Le variabili che incidono sul prezzo finale sono molte, cerco di riassumervi le principali:

  • Età del conducente: l’età minima per noleggiare è 21 anni. I guidatori sotto ai 25 anni d’età pagano un supplemento aggiuntivo. Ciò è legato al concetto di “meno esperienza al volante”. Concetto forse un po’ desueto poiché ci sono anche persone che prendono la patente ad età avanzata. Ad ogni modo questa è la regola.
  • Presenza o meno di guidatori aggiuntivi: in caso di noleggi lunghi ed ad altro chilometraggio è consigliabile inserire un ulteriore conducente. Anche esso dovrà sottostare alle norme relative alla patente di cui vi ho parlato qualche riga sopra. Pagherete una quota giornaliera per ogni conducente aggiuntivo.
  • Drop-off: se affitterete la macchina nella località A e la riconsegnerete nella località B avrete un costo (alto) in aggiunta, che non avreste qualora l’itinerario fosse da località A a località A. Questo è molto importante in fase di pianificazione del budget. Negli on the road incide tantissimo sulla definizione dell’itinerario, fate attenzione.
  • Rimozione franchigia: per viaggiare senza pensieri c’è la possibilità di limitare la propria responsabilità pagando una quota maggiorata che va ad eliminare questa franchigia.
  • Segmento auto: banale ma lo specifico comunque. Una Smart non avrà sicuramente lo stesso costo giornaliero di una Jeep.
  • Richiesta o meno di alcuni accessori: volete un navigatore? le catene da neve? il seggiolino per il bambino? Tutti optional con una quota giornaliera.

Come e dove prenotare il noleggio? A cosa stare attenti?

Avete due possibilità.

1 – Noleggiare in loco agli sportelli delle varie compagnie presenti negli aeroporti o disseminati in giro per le città.

2 – Noleggiare online, sugli aggregatori o direttamente sui siti delle compagnie di noleggio.

Io di solito preferisco partire avendo organizzato il viaggio in maniera piuttosto precisa. Prenoto online in modo tale da non perdere tempo al mio arrivo. So già quanto spenderò ed ho già messo il costo nel budget del mio viaggio.

Il mio consiglio è quello di affidarsi ai comparatori. Alla stregua di booking per gli alberghi, questi aggregatori permettono di inserire la località di noleggio, date ed orari e fanno la ricerca per voi: analizzano i vari prezzi delle compagnie e vi forniscono una lista di possibilità. Una volta scelto, potete procedere ad affittare la macchina direttamente su questi siti.

Ho sempre utilizzato questa modalità di noleggio e non ho mai avuto alcuna sorpresa. Al momento della prenotazione vengono riassunti i costi in maniera precisa e vi viene inviato il preventivo direttamente via mail. Fino a pochi giorni prima della data di noleggio il preventivo può essere modificato o cancellato.

Quando prenotate online dovete fare attenzione a:

  • Chilometri illimitati: dovrebbe essere sempre illimitato il chilometraggio, verificatelo.
  • Politica carburante: può essere pieno per pieno o pieno per vuoto. Nel primo caso affittate la macchina con il pieno e la dovete riconsegnare dopo aver fatto nuovamente il pieno. Nel secondo caso vi viene consegnata con il pieno e la riconsegnate così com’è. Vi consiglio di fare sempre pieno per pieno, pagate solo il carburante che consumate e non rischiate di perdere denaro in benzina non utilizzata.
  • Franchigia inclusa o no: molto importante verificare se abbiate o meno scelto la protezione completa oppure no.

Cos’è la protezione completa con rimozione della franchigia?

Volete viaggiare e noleggiare un’auto in tranquillità? Esiste la copertura totale.

Ve la può fornire lo stesso comparatore o la compagnia di noleggio al momento del ritiro. Solitamente io utilizzo quella dei comparatori come Rentalcars.

In caso di smarrimento chiavi, guasti, alcune parti meccaniche, ruote, finestrini rotti, scocca dell’auto verrete coperti dalla protezione completa. Anticiperete voi il costo che vi verrà rimborsato successivamente dal comparatore online piuttosto che dalla compagnia di noleggio stessa. Con la protezione base questo non avviene, la franchigia rimane fino a 1500 euro nel caso dei danni e fino a 3000 euro per il furto (valori da verificare sempre al momento della prenotazione)

La protezione completa ha un costo giornaliero.

Come avviene il noleggio auto: il ritiro e la consegna.

Raggiunto il luogo dove vi daranno la vostra macchina, vi recherete al banco dell’autonoleggio e darete il riferimento della prenotazione. A quel punto verranno formalizzate alcune pratiche e potrete anche aggiungere eventuali optional non selezionati in precedenza, come ad esempio il guidatore aggiuntivo.

Al momento del check in al bancone dell’autonoleggio:

  • Presentare la carta di credito (a nome del guidatore): deve avere “credito residuo”. Se arrivate all’autonoleggio con un platfond mensile risicato, non potranno addebitarvi la cauzione che solitamente si aggira intorno ai 1200 euro circa (dipende dalla compagnia ma più o meno la cifra è questa). La cauzione vi viene addebitata temporaneamente, i soldi vi verranno riaccreditati nel giro di una settimana dal termine del noleggio auto.
  • Verificare che non aggiungano un’altra protezione completa: alcune compagnie oltre a noleggiare la macchina tentano di vendervi la loro rimozione della franchigia. Se l’avete già acquistata tramite prenotazione online non vi servirà. Loro ci tentano quasi sempre.
  • Verificare l’ammontare corretto sul contratto
  • Costo carburante: alcune compagnie di noleggio vi addebitano assieme alla cauzione anche il costo di un pieno. Non preoccupatevi, anche questo vi verrà rimborsato al vostro ritorno. Questa prassi non viene fatta sempre. Mi è capitato solo nel caso del mio ontheroad in Grecia continentale

Al momento della presa in carico dell’auto:

  • Verificare i danni insieme all’addetto della compagnia: quando vi consegnano l’auto fanno un check della vettura e segnano i danni già presenti sul foglio del contratto (di cui vi daranno copia sottoscritta). Di solito, in questa fase io li seguo sempre perché voglio che vengano segnati i vari graffi e bottarelle che ha subito la macchina nei noleggi precedenti. Qualora non venga segnato qualcosa perché la compagnia non lo ritiene un graffio significativo, io faccio una foto in modo tale da avere qualcosa per far fronte ad un eventuale contestazione. Non succederà nulla, ma sempre meglio essere prudenti. Fino ad ora non mi è mai capitato di ricevere alcun addebito, tantomeno qualche contenzioso.
  • Verificare i documenti di circolazione della macchina: all’interno dell’auto ci devono essere.
  • Segnatevi i contatti: trascrivere i contatti dell’autonoleggio qualora ne abbiate bisogno durante il vostro viaggio e, di estrema importanza, informatevi sui numeri di emergenza utilizzati nel Paese.
  • Farvi spiegare l’auto: se non siete abituati al cambio automatico, meglio farvi spiegare in due minuti come funziona.
  • Segnarvi la posizione GPS del noleggio ed orari di apertura: può capitare che il luogo di ritiro sia lontano dall’aeroporto e che vi porti la navetta. In questo caso, siccome ci dovrete tornare per riconsegnare la macchina, meglio farvi uno screenshot della vostra posizione sulla mappa. Non sempre le indicazioni stradali sono corrette, meglio prevenire.

Al momento della riconsegna di fine noleggio:

  • Portare la macchina alla zona check out: ci sono alcuni autonoleggi in cui lo stesso banco check in fa anche il check out, quindi riconsegnerete la macchina nello stesso punto in cui l’avrete presa qualche giorno prima. Altri autonoleggi, invece, hanno un distaccamento in cui portarla.
  • Attendere la revisione dell’addetto: daranno un occhio alla macchina per vedere se ci sono dei danni. Io seguo sempre l’addetto della compagnia, voglio essere sicuro. Se tutto va bene vi daranno l’ok e la cauzione vi verrà riaccreditata in qualche giorno.

 

Penso di avere risposto a tutte le possibili domande, se doveste avere qualche dubbio che questo articolo non riesce a chiarirvi, scrivete pure un commento così sarà d’aiuto per tutti.

Come noleggiare un’auto: consigli e qualche raccomandazione
3.33 (66.67%) 3 votes

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here