Cosa vedere a Cordoba in un giorno? Pensate sia poco il tempo? In realtà tutto è fattibile ma, come si suole dire, bisogna “far andare le gambe”. Cordoba è una perla che puoi scoprire ed apprezzare solo se la esplori a piedi.

Cordoba viene chiamata anche Cordova, sappiate che sono la stessa città. E’ la città dell’Andalusia che mi ha colpito di più perchè non mi aspettavo di trovare una città così interessante. Potete inserirla anche in un itinerario più completo nella Spagna del Sud.

Piccola digressione: sostengo che qualsiasi città, per quanto possibile debba essere visitata in questo modo. Si ha la possibilità di vedere cose che magari non si vedrebbero utilizzando i mezzi. Certo, se la città è una metropoli qualche mezzo dovete pur prenderlo ma meno li utilizzate e più riuscirete a vedere l’anima vera di una città.

E per Cordoba questo è un must. In meno di un giorno potrete godervi una città dalle mille sfumature che anche sotto il lato culinario non scherza.

VISITERAI QUESTA BELLA CITTA’? ECCO DUE POST INTERESSANTI:

Cosa visitare a Cordoba in un giorno?

Inizio con dirvi che si tratta di una città estremamente tranquilla. Mi è capitato di girare per il centro storico di Cordoba all’una di notte e vi giuro che non percepivo la minima sensazione di paura sebbene il centro città sia composto da viuzze strette.

Come tutte le città spagnole ed ancor di più quelle andaluse è stata dominata da una miriade di popoli ognuno dei quali ha lasciato delle testimonianze storico-artistiche del proprio passaggio.

Solitamente Cordoba è metà di una gita per un giorno partendo da Siviglia e secondo me questo è uno sbaglio. Seguite il mio consiglio e pianificate il vostro itinerario per dormire almeno una notte in città. Se ne avete la possibilità il migliore hotel che possiate trovare è l’Hotel Hospes Palacio del Bailio, è un po’ caro, lo ammetto, ma è un qualcosa di unico. Ve ne parlo meglio nel post su “Dove mangiare e dove dormire” a Cordoba. Un’alternativa più economica potrebbe essere quella di scegliere una casa vacanze su Hundredrooms.it, magari, perchè no, per riuscire a dormire proprio in centro.

Per restare in tema culinario, il “piatto principale”  della città è indubbiamente l’eccezionale Mezquita di Cordoba, a seguire sicuramente l’Alcazar, il ponte romano sul Guadalquivir, il Palacio di Viana, la Plaza de la Corredera. Su tutte le “attrazioni” turistiche potrete trovare maggiori informazioni sul sito del Turismo di Cordoba.

La Moschea di Cordoba

Questa Moschea è imperdibile, bisogna vederla. E’ la cattedrale di Cordoba e viene chiamata ancora Mezquita proprio perchè in passato era una moschea. Con il passare dei secoli e delle dominazioni, i potenti hanno sempre utilizzato la moschea di Cordoba per manifestare il proprio potere e per far ciò la ampliavano per evidenziare la propria grandezza.

mezquita cattedrale cordoba spagna

La Moschea di Cordoba è stata oggetto di 4 ampliamenti verso il fiume, in realtà il quarto ampliamento non è stato verso il fiume ma semplicemente a fianco del terzo perché sennò sarebbero finiti troppo vicini agli argini. I vari stili architettonici al suo interno sono mischiati.

Con la riconquista cristiana la moschea viene fatta diventare chiesa come è tuttora. L’ingresso principale è la Puerta del Perdòn in stile mudéjar dal quale si accede al Patio de Los Naranjos, il cortile degli aranci.

Da esso si accede alla prima parte della vecchia moschea dove si può vedere il Mihrab ovvero la nicchia di preghiera legata al mondo islamico orientata verso la Mecca.

mezquita cordoba cattedralemezquita cattedrale cordoba spagna

Tra le cose a da vedere e far attenzione all’interno della Moschea è assolutamente come le colonne all’interno della cattedrale siano diverse l’una dall’altra, questo perchè il materiale utilizzato per la costruzione della Moschea di Cordova era del materiale di recupero proveniente da antichi templi romani. Le colonne erano di altezza diversa e per questo motivo ai piedi di ogni colonna è stato messa una base per fare in modo che tutte raggiungessero la stessa altezza.

La visita alla Cattedrale di Cordoba vi occuperà molto tempo, io considererei almeno un’ora e mezza per potersela vedere con calma e poterla apprezzare. State attenti anche ad i dettagli come ad esempio ad alcune scritte incise in alcune colonne. Si dice che siano le firme di chi ha lavorato agli ampliamenti della moschea.

Infine prestate attenzione al centro della moschea dove si erge il coro e quindi il fulcro della cattedrale cristiana.

coro mezquita cattedrale cordobaLa luce all’interno di tutta la cattedrale è molto soffusa proprio perchè è legata alla sua natura di moschea.

Reputo che la Cattedrale di Cordoba rientri a pieni voti all’interno delle 100 cose da vedere almeno una volta nella vita, è davvero affascinante.

Orari: dal lunedì al sabato è aperta dalle 10.00 alle 18.00 mentre la domenica ed i festivi dalle 8.30 alle 11.30 e dalle 15.00 alle 18.00. Dimenticavo che è possibile salire anche sulla torre campanaria ed in questo caso c’è una salita ogni 30 minuti a partire dalle 9.30 fino alle 13.30 e dalle 16.00 alle 17.30.

Costo ingresso (2015): Adulto: 8 euro – Bambino: 4 euro – Sotto i 10 anni: gratis.

Torre campanaria: 2 euro.

 

Il ponte romano sul fiume Guadalquivir

La vostra visita a Cordoba prosegue e dopo che vi sarete gustati per bene tutta la Moschea di Cordoba, uscite dalla cattedrale e dirigetevi sul retro dell’edificio. Ad attendervi ci sarà una vista che non vi sareste mai aspettati. Davanti a voi vedrete l’Arco di Trionfo e subito dietro il ponte romano sul Guadalquivir.

ponte romano guadalquivir cordoba

Il ponte è molto bello ed anche il paesaggio è fantastico. Si aprono all’orizzonte le colline del circondario di Cordoba e potete vedere come a pochi passi dalla città l’urbanizzazione cali drasticamente. Altra particolarità del tratto di fiume è che una volta era navigabile fino a quel punto e le navi arrivavano direttamente dal mare passando per Siviglia.

L’Alcazar de los Reyes Cristianos (Alcazar d Cordoba) con i suoi giardini

Poco distante dalla Cattedrale, costeggiando il fiume potete raggiungere l’Alcazar di Cordoba. Dalla spiccata fisionomia militare è dotato di mura molto alte e spesse. Gli interni dell’Alcazar sono belli ma se avrete già visto quello di Siviglia potrete avere una percezione diversa. Sicuramente l’Alcazar di Cordoba è da annoverare tra quello con i giardini più belli. Le vasche hanno dei bei giochi d’acqua creati con delle fontane e le piante ed i fiori sono tenuti divinamente. E’ un piacere farci una passeggiata.

alcazar cordoba giardini
alcazar cordoba giardini

Orari: il lunedì è chiuso ed il sabato è aperto dalle 8.30 alle 16.30. La domenica ed i festivi dalle 8.30 alle 14.30. Tutti gli altri giorni dalle 8.30 alle 20.45.

Costi (2015): Adulto: 4,5 euro – Fino ai 13 anni: Gratis – Studenti fino ai 26 anni: 2,25 euro

 

La Plaza de la Corredera

Questa piazza è poco distante dal Tempio Romano ricostruito. Ricalca la Plaza Major di Madrid ed è l’unica piazza di base rettangolare presente in Andalusia. Questa era la sede delle corride prima che assumessero la forma e le regole attuali. All’interno di questa piazza ci sono numerosi bar e locali e di sera è molto animata.

plaza corredera cordoba

Il quartiere ebraico di Cordoba: La juderia

Come molte altre città spagnole la presenza ebrea era molto forte. Oggi il quartiere ebraico di Cordoba è rappresentato da tante strette viuzze con le pareti delle case tutte bianche e moltissimi balconi fioriti tant’è che proprio in questo quartiere si può trovare il vicolo più caratteristico ovvero il Callejon de las Flores. Da questo vicolo potete vedere tanti fiori e sopratutto la torre campanaria della Moschea di Cordoba. All’interno del quartiere ebraico si annovera una splendida sinagoga trecentesca ed anche la statua di Mosé Maimonide un filosofo e medico ebreo. Ne approfitto per dirvi di fare la foto toccando i piedi di questa statua, una credenza tipo “Tetta di Giulietta di Verona”.

cordoba

quartiere ebraico

Il Palazzo di Viana

Durante la vostra visita a Cordova non potete mancare il Palazzo di Viana. Si tratta di un lussuosissimo palazzo con un’infinità di patios, per la precisione sono 14 ognuno diverso dall’altro. Questo è il posto perfetto dove ammirare i patios per cui è Famosa Cordoba. Tra il 15esimo secolo ed il 20esimo il Palazzo di Viana ha avuto 18 proprietari, tutte nobili famiglie. All’interno del palazzo di Viana si possono vedere gli oggetti dell’epoca e come la casa era arredata. Ovviamente è una rappresentazione dello sfarzo dell’epoca. Nel 1980 il Palazzo di Viana fu dichiarato un monumento nazionale di interesse storico-artistico.

Palacio Viana Cordoba
.

Orari: Lunedì chiuso, dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 19.00, la domenica ed i festivi dalle 10.00 alle 15.00

Costi (2015): Visita completa: 8 euro – Solo patios: 5 euro – Sotto i 10 anni: Gratis.

Bene, ora che avete letto questo post che da’ una risposta alla vostra sete di cultura, ora leggete il post sulle “10 curiosità da sapere” per visitare Cordoba.

In conclusione: visitare Cordoba in un giorno è possibile, ma se avete la possibilità di ritagliarvi anche più di un giorno riuscirete a godervi al massimo questa splendida città potendo dedicare un po’ più tempo anche ai vari patios.

* Questo articolo è frutto di un’esperienza personale, all’interno del post ci sono richiami a servizi e/o prodotti che mi è stata data la possibilità di provare e di cui ve ne consiglio l’utilizzo. 

Cordoba in un giorno: cosa vedere entro 24 ore
5 (100%) 1 vote

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here