Tuk tuk, taxi ed ancora tuktuk…è questo quello che vedrete camminando per la chiassosa, frenetica ma assolutamente da vedere Bangkok. E’ così, la Thailandia, e Bangkok in primis, sono un continuo spostamento di emozioni da un opposto all’altro. Si odia, poi si ama, poi si odia ed ancora si ama. Ecco perchè utilizzo dei termini che sono in contrasto tra di loro. Eppure è piena realtà. 

Io adoro Bangkok, adoro la sensazione di libertà che mi da’ ed adoro il caos controllato che permea tutta la città.

tuk tuk bangkok thai ayutthayaI tuk tuk di Bangkok

tuk tuk sono un elemento cardine di questo caos. Ce ne sono a bizzeffe, sarete attorniati da talmente tanti tuktuk che una volta tornati a casa se vi passerà accanto un ape-car comincerete probabilmente a contrattare un passaggio al guidatore di turno.

In pratica si tratta appunto di ape calessino di vari colori che girano in continuazione per Bangkok, sono degli ape-taxi.

Se farete un salto nella capitale thailandese, dovrete assolutamente salirci almeno una volta, tanto per provare la sensazione di farci una corsa, e perchè no provare anche qualche brivido.

tuk tuk bangkok thai ayutthayaMi piacciono da matti, ma come ho scritto anche nel titolo, sono dei mezzi che nell’animo hanno un non so ché di incoscienza. Bangkok ha un traffico esagerato e sfrecciare in mezzo a questo traffico con un tuk tuk non è sicuramente il metodo più sicuro e salutare per spostarsi.

Di conseguenza lunge da me consigliarvelo per lunghi spostamenti, tantomeno come mezzo migliore per spostarsi a Bangkok.

Per quello vi consiglio sicuramente i taxi, molto più economici ed ovviamente più sicuri, vi ho scritto anche una guida molto utile in merito a come prendere un taxi a Bangkok.

Salire su un tuktuk significa essere su un mezzo a tre ruote, senza protezioni e soprattutto significa essere completamente immersi nello smog di Bangkok che di certo non brilla per il numero di auto “euro 6”. 

L’altra particolarità dei tuk tuk thailandesi è che vige la contrattazione perchè ovviamente non è presente un tassametro.

Dunque dovete indicare al conducente del tuk tuk il luogo in cui vorrete andare. Lui vi dirà quanto vuole per il passaggio e da questo momento dovrete utilizzare l’arte della contrattazione. Vi dico subito che nella maggior parte dei casi il taxi sarà sempre più economico del tuk tuk.

Ma per il brivido di provare, almeno una volta concedetevi una corsa in tuk tuk.

tuk tuk bangkok thai ayutthaya

tuk tuk bangkok thai ayutthayaSe proprio non ve la sentiste di sfrecciare sulle strade di Bangkok con un ape-car (posso condividere la vostra titubanza), potreste provarli ad Ayutthaya. Nel mio recente viaggio di due settimane in Thailandia, sono andato ad Ayutthaya in treno ed all’uscita della stazione c’era l’imbarazzo della scelta. Tutti si propongono per condurvi a visitare qualche ora in tuk tuk la vecchia capitale.

E non è tutto, vi svelo un’altra chicca.

Qualche mese fa sono stato in visita due giorni a Porto ed ad un certo punto, nel mio tranquillo girovagare per questa splendida città, mi sono imbattuto in un tuk tuk portoghese. Sono rimasto di stucco, non me lo sarei mai aspettato.

Quindi, se non doveste passare per Bangkok, perchè non fare un pensierino sul prendere un tuk tuk a Porto?

tuk tuk porto portogallo

No votes yet.
Please wait...

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY