Le isole borromee sul Lago Maggiore sono perfette per un weekend dove la prerogativa è cercare tranquillità! La maggior parte delle volte in cui si pensa ad un viaggio si fantasticano Paesi lontani, mete distanti ore ed ore di aereo…perché più ore sono e più la testa pensa ad allontanarsi dalla quotidianità assillante, invece le isole borromee rappresentano la soluzione ideale ed il giusto compromesso per staccare la spina non dovendo percorrere troppa strada.

Infatti, spesso un viaggio può anche essere una semplice short break rigenerante a due passi da casa; viviamo in un Paese così variegato dal punto di vista dell’interesse turistico che basterebbe semplicemente svoltare l’angolo per “essere in viaggio”

In Italia abbiamo dei luoghi fantastici che meritano di essere visti ed il Lago Maggiore con Stresa e le sue bellissime Isole Borromee è appunto uno di questi splendidi posti.

 

Le isole borromee sul Lago Maggiore

 

Chi vive nel centro nord Italia dista solo poche ore di viaggio in auto e ne vale assolutamente la pena, le isole Borromee sul  lago Maggiore sono decisamente affascinanti e le consiglio assolutamente tra i posti da visitare sul lago maggiore!

Ho avuto il piacere di visitare questa perla italiana in quanto dovevo utilizzare uno dei classici cofanetti viaggio che si regalano spesso ai compleanni; quelli che giacciono per mesi interi chissà dove e riaffiorano poi dal caos dei cassetti solamente quando sono prossimi alla scadenza, ecco quelli!

Vi voglio consigliare un itinerario mordi e fuggi di due giorni, il primo giorno lo dedicate ad Arona, alla sua Rocca ed Orta San Giulio, vi concedete una bella cena con qualche buona specialità del posto. Il giorno successivo vi godete le isole Borromee raggiungendole con i traghetti che partono da Stresa.

Consiglio: cercate di pianificare la vostra visita alle isole borromee in modo tale da vederle la mattina ed evitare quindi la massa turistica.

 

I traghetti per le isole borromee: prezzi ed informazioni

Vi consiglio di lasciare la macchina nel parcheggio a pagamento di Piazza Guglielmo Marconi. Qui ci sono delle persone incaricate dal consorzio dei motoscafisti associati del lago che vendono direttamente i biglietti per isole borromee, ovvero l’isola Bella, l’isola dei Pescatori e l’isola Madre.

Il tour completo prevede la visita ad ognuna delle isole borromee, ma voi potete anche più semplicemente visitarne solo una piuttosto che visitare l’isola Bella e l’isola dei Pescatori.

Entriamo nello specifico, ecco i prezzi (2015):

  • Isola Bella: 6 euro
  • Isola dei Pescatori: 8 euro
  • Isola Madre: 11 euro
  • Isola Bella + Isola dei Pescatori: 10 euro
  • Isola Bella + Isola Madre + Isola dei Pescatori: 13 euro

Quindi si acquista il biglietto direttamente dai ragazzi che ci sono nel parcheggio, poi si prosegue sul lungo lago tenendosi il lago sulla destra e poche decine di metri più avanti trovate i pontili da cui partono ed attraccano i vari traghetti. Il vostro ticket  sarà valido per andata e ritorno ed avrà un colore predefinito che corrisponderà al giro che avete scelto.

Io ho fatto solo il tour Isola Bella + Isola dei Pescatori per un motivo ben preciso: avevo con me le mie due piccole e tenere cagnoline e purtroppo con i cani non è permesso andare sull’Isola Madre. Di conseguenza tenete a mente questa limitazione.

 

L’isola dei pescatori

Acquistando il ticket da 10 euro, la prima tra le isole borromee che è possibile visitare è l’isola dei Pescatori. Si tratta di un pittoresco villaggio di pescatori molto piccolo pieno di vicoli e vicoletti che ti permettono di ritornare un po’ indietro nel tempo.

Passatemi il paragone: è un po’ come prendere Capalbio e metterlo su un lago. Il lato dell’Isola dei Pescatori che volge a Stresa ha un bellissimo e colorato lungolago con i classici negozi da souvenir dove è sempre piacevole spendere un po’ di tempo.

Una volta sbarcati, tenendo i negozi sulla destra potete fare il giro dell’isola dei Pescatori (potete ovviamente farlo anche nel senso inverso). Quest’isola ha un notevole aspetto romantico, ci sono numerosi ristoranti che si affacciano direttamente sul lago con terrazze che vi permettono di godere di tutto il paesaggio.

Se avete fame, questo è il luogo giusto dove fermarsi, i prezzi sono abbastanza nella norma. Purtroppo non ho avuto modo di apprezzarne anche la bontà ma vi assicuro che gli odori che sentivo arrivare dalle cucine erano esagerati. 

L’isola Bella

Terminato il giro all’isola dei Pescatori potete dirigervi all’isola Bella.

Per raggiungerla basta aspettare il battello al pontile da cui sarete scesi. L’isola Bella è l’ultima tappa del tour, è decisamente più grande di quella dei Pescatori, tra l’altro è la più famosa; anche questa ha un bel lungolago, più largo rispetto all’isola dei Pescatori.

Sull’isola Bella potete dunque perdervi all’interno dei vicoli come piace a me oppure con 15 euro avete la possibilità di visitare il Palazzo Borromeo ed i giardini. Io, avendo anche due cani al seguito, ho preferito esplorare l’isola per riuscire a vedere anche gli angoli più nascosti che, spesso, si rivelano delle piacevoli scoperte.

Tra le due isole borromee che ho potuto visitare quella che mi è piaciuta di più è stata sicuramente l’isola dei Pescatori perché mi piacciono molto le tipiche vie strette di questi borghi; ti trasmettono calore e protezione, sembra quasi che lì il tempo si sia fermato.

Gli edifici trasudano ancora la storia dei secoli passati e così deve essere, così deve restare, bisogna preservare questi luoghi e fare in modo che il turismo non ne cambi troppo la conformazione.

E’ molto bello immergersi in questi luoghi e dimenticarsi per un attimo della società moderna che cambia ogni giorno

Quindi…se siete oberati dalla stressante vita quotidiana, perché non fare un giro alle Isole Borromee ?! Anche questo luogo potrebbe essere annoverato tra i #digitaldetox !

 

Isole borromee: in traghetto tra le isole del Lago Maggiore
VOTA QUESTO ARTICOLO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here